Francesca Marchione

Finalmente scrivo la mia esperienza. 
Ti ringrazio per l impegno che metti in questo utile blog...puoi pubblicare tranquillamente nome e cognome. ;-)

Ecco la mia storia. ..mi chiamo Francesca Marchione, ho 31 anni. 



Mestruazioni molto dolorose i primi due giorni, tanto da tenermi a letto.
Ecco, questo l unico sintomo. Però il dottore dice che capita a molte donne, mia mamma mi dice che anche lei stava così fino a che non ha avuto la prima gravidanza, la ginecologa mi dice dismenorrea e mi prescrive la pillola.
Ok...mi rassegno a questa cosa e vado avanti.
Avevo quasi 14 anni e presi la pillola in modo discontinuo.
Ho quasi 31 anni quando decido di iniziare un percorso di controlli per capire se con il mio meraviglioso compagno potrò a breve iniziare la ricerca di un figlio.
Era il 7 ottobre 2013. La gine sente qualcosa, mi fa l eco tv e trova una massa di 7 cm e mezzo, 3,6 cm solida il resto liquida.
Mi parla di endometriosi e mi dice che devo essere operata d urgenza. La parte dolida è sospetta, si rivela poi essere un cistoadenofibroma endometroide ovvero un tumore benigno.
Io non so che ci sono milioni di donne nella mia situazione, non so nemmeno cos è l endometriosi.
Quindi vado dritta per la strada indicata. Il 16 ottobre mi reco al san Gerardo a Monza, mi confermano tutto e mi mettono in lista per intervento.  Fine novembre pre ricovero, 10 dicembre intervento.
L intervento dura 3 ore, appena iniziato il primo problema, dal taglio di dx non riescono ad entrare perché il colon è attaccato all addome, attraverso le altre incisioni lo liberano, prima di poter asportare la ciste devono staccare tutto quello che c'è appiccicato, ovaio e utero, tuba e legamento con parete pelvica, sigma e vescica, intestino in moltissimi tratti.
Poi passano alla ciste che durante l operazione si rompe, tolgono il nodulo di 3cm sul legamento utero sacrale e tolgono  parzialmente il nodulo del legamento rotondo. Puliscono parte alta dell utero e ovaio dx da focolai.
Lasciano parte del nodulo e quello che c'è sulla vescica perché rischiosi da toccare.
Degenza in ospedale di due giorni e a casa. Ci ho messo due mesi per rientrare al lavoro.
Al controllo di gennaio risulto pulita, i dolorini che ho sono normali dopo operazione e mi danno cerazette.
A fine marzo i dolori non sono ancora passati ma addirittura peggiorati. Eco tv... cisti di nuovo. Due, sx 3 cm dx 9 mm.
10 giorni esatti dopo R.M... ciste di sx di 4  cm, a dx una di 2cm e altre due di 1cm. Per non farmi mancare nulla ne ho una di 7mm  sulla cervice ma d altra natura (ciste di Naboth) .
Uscita dal san Raffaele scoppio a piangere. ..com' è possibile? ? Da 2 sono diventate 4 e sono aumentate di un cm in 10 gg!!!!
Sono passata a visanne e ho prenotato l ennesima eco per controllare l andamento tra 2 settimane. ..ovvero 2 mesi dopo la scoperta delle nuove cisti ed il cambio di pillola.

Resto in attesa, un attesa logorante, frustrante e dolorosa, piena di paura ed incertezza.
Ma sono pronta a lottare ancora, sapendo che a volte crollerò ma certa che il mio compagno mi sosterrà e sarà forte al posto mio. La sua costante presenza mi ricorda ogni giorno che tutto sommato sono fortunata.

Francesca.