La pillola anticoncezionale aumenta il rischio di glaucoma

Assumere la pillola anticoncezionale per un perio di di tempo superiore ai 3 anni potrebbe raddoppiare il rischio di glaucoma. A renderlo noto sarebbero stati i ricercatori dell’Università della California, secondo cui la causa di un simile fenomeno potrebbe essere collegata all’elevata quantità di estrogeni, che potrebbe provocare danni irreversibili al nervo ottico, ed aumentare quindi di molto il rischio di glaucoma, una delle principali cause di cecità.

Per giungere a tale conclusione i ricercatori, il cui studio sarebbe stato presentato in occasione del meeting annuale dell’American Academy of Ophthalmology, avrebbero preso in esame i dati relativi a un campione di 3.406 donne, di età superiore ai quarant’anni, per un periodo di tempo che va dal 2005 al 2008.



Dalle analisi sarebbe emerso che le donne che avevano assunto la pillola anticoncezionale per un periodo di tempo superiore ai 3 anni avrebbero visto aumentare la possibilità di ricevere una diagnosi di glaucoma di ben 2,05 volte rispetto alle donne che invece avevano preferito fare affidamento ad altri tipi di metodi contraccettivi.



Alla luce di quanto emerso, gli esperti mettono dunque giustamente in guardia le donne, e consigliano a coloro che assumono o hanno assunto la pillola anticoncezionale per un periodo prolungato di tempo di sottoporsi a dei periodici esami oculistici per il glaucoma, al fine di rilevare per tempo eventuali problemi. Intanto, non rimane che attendere ulteriori studi che possano spiegare chiaramente quale possa essere il nesso che intercorre appunto fra l’utilizzo della pillola contraccettiva e un aumentato rischio di glaucoma.

Scritto da: 
p://scienzaesalute.blogosfere.it/post/509858/la-pillola-anticoncezionale-aumenta-il-rischio-di-glaucoma