IN-DOLORE 2014


Cittadinanzattiva – TDM, da anni impegnata nella lotta “contro il dolore inutile”, ha avviato il Progetto “IN-DOLORE 2014” con l’obiettivo di individuare,  collegare e valorizzare gli Ospedali italiani che offrano servizi di eccellenza nel trattamento e attenzione al dolore. Il progetto ha come prima finalità quella di creare una rete di cambiamento nelle realtà territoriali, che parta dai bisogni dei cittadini e che stimoli una competizione “al rialzo” tra le strutture.
Per questo motivo stiamo svolgendo un’indagine civica per monitorare la presenza/assenza di alcuni servizi/caratteristiche fondamentali (e buone pratiche presenti), permantenere alta l'attenzione sul tema del dolore e valorizzare chi si sta impegnando a proposito.
Il progetto è costituito da:
un questionario1 (50 domande con risposta chiusa SI/NO) compilato durante un incontro programmato con la Direzione Sanitaria da attivisti locali di Cittadinanzattiva con esperienza di analoghi monitoraggi nel settore della sanità, tra Maggio e Luglio 2014.
un questionario breve  rivolto a degenti dell’Ospedale, somministrato sempre tra Maggio e Luglio 2014 dai nostri volontari (in alcuni reparti focus2).
Le informazioni raccolte saranno rese visibili in forma sintetica negli ospedali e saranno pubblicate in forma “estesa” sul sito internet di Cittadinanzattiva edei Tdm locali a partire da Novembre 2014.
Gli obiettivi:
A) monitorare, dal punto di vista dei cittadini, l’attenzione al dolore delle strutture sanitarie (basandoci sulla nostra Carta dei Diritti sul Dolore Inutile  che in parte vede anche l’applicazione di alcune disposizioni della legge 38/2010 che, proprio per questo, riteniamo particolarmente importanti da un’ottica, appunto, civica ).
B) fornire ai cittadini uno strumento concreto di conoscenza,  rendendo visibile l’attenzione al dolore delle strutture che aderiranno (sarà  una descrizione visibile di quanto  l’ospedale ha  o non ha, rispetto a ciò che è stato chiesto).
C) stimolare i Comitati Ospedale-Territorio senza dolore a essere il vero motore di cambiamento in questo senso. Questi potranno usare le informazioni raccolte per rafforzarsi nella propria funzione, oltre che utilizzarle - insieme ai cittadini - come leva di cambiamento.
Per maggiori informazioni: d.quaggia@cittadinanzattiva.it o c.berliri@cittadinanzattiva.it
Il progetto è reso possibile grazie al contributo non condizionato di
grunenthal

1. Elaborato grazie a un Tavolo di Lavoro a cui hanno partecipato: AISD (Associazione Italiana Studio del Dolore), ANTEA Associazione Onlus, Federdolore (Società Italiana dei Clinici del Dolore), Fondazione ISAL, Fondazione Paolo Procacci, Ministero della Salute - Ufficio Cure Palliative e Terapia del Dolore, SIAARTI (Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva), SICP (Società Italiana Cure Palliative), SIMG (Società Italina di Medicina Generale), SISIP (Societa Italiana Scienze infermieristiche Pediatriche).
2. Pediatria; Ostetricia e ginecologia; Chirurgia ortopedica; Medicine generali o medicina interna; Pronto Soccorso.

http://cittadinanzattiva.it/progetti-e-campagne/salute/dolore-cronico/6470-in-dolore-2014.html