Endometriosi, Rossella Brescia racconta la sua esperienza e la voglia di maternità


L’endometriosi è una malattia dell’apparato riproduttivo femminile che può mettere a dura prova una donna in età fertile. Dolori addominali, mestruazioni eccessivamente abbondanti e accompagnate da crampi talora insopportabili sono parte della sintomatologia classica di questa patologia che colpisce circa un’italiana su 5, ma che, inspiegabilmente, fino a pochi anni fa era praticamente sconosciuta. A raccontarci la sua personale convivenza con l’endometriosi è la bellissima ballerina e showgirl Rossella Brescia, che dalle pagine del mensile OkSalute! ha deciso di parlare apertamente anche di un grande sogno che potrebbe diventare presto realtà: un figlio.


Rossella Brescia e l’endometriosi, la scoperta
Come per tante altre adolescenti, anche per Rossella scoprire di soffrire di endometriosi è avvenuto relativamente tardi, dato che quando era una teenager, i suoi disturbi legati al ciclo mestruale (troppo abbondante e doloroso, senza contare il gonfiore addominale ingiustificato per un’atleta come lei), venivano liquidati come colite, o addirittura come sintomi di appendicite. In realtà, quei crampi al basso ventre erano determinati dalla crescita abnorme di tessuto endometriale nell’utero e nelle ovaie, con conseguenti infiammazioni e sanguinamenti, acuiti dalle mestruazioni. Rossella venne a conoscenza di soffrire di endometriosi in conseguenza di un attacco particolarmente intenso, che richiese un ricovero in ospedale e la scoperta di alcune cisti endometriosiche che dovevano essere rimosse chirurgicamente. L’operazione venne effettuata in laparoscopia, e permise a Rossella di rinascere, letteralmente.
Rossella Brescia e l’endometriosi, tornano le cisti
Rossella Brescia, dopo la rimozione delle cisti endometriosiche potè scordarsi finalmente dei dolori che ogni mese la costringevano a fermarsi dagli allenamenti di danza, ma purtroppo la cosa non durò. Dopo circa sette anni di “libertà”, l’endometriosi tornò a farsi viva, e con essa i crampi e gli attacchi durante il ciclo mestruale. Stavolta, però, il “mostro” si era ripresentato ancora più agguerrito. Nel suo racconto Rossella spiega che stava vivendo un momento di grande stress psico-fisico, per cui anche le sue ovaie avevano finito per risentirne. Non solo si erano riformate le cisti endometriosiche ma addirittura un fibroma talmente grosso che doveva essere rimosso subito. L’intervento stavolta richiese una degenza ospedaliera più lunga perché più complicato, senza contare il fastidio provocato dai punti. Ma Rossella superò alla grande anche queste complicazioni, e ora, spiega, il suo obiettivo è quello della maternità.
Rossella Brescia, l’endometriosi e la voglia di maternità
E’ più complicato restare incinta per una donna che sia affetta da endometriosi, ma questo non significa che non sia possibile, anzi, accade di continuo! A Roma è anche sorto il primo Centro specializzato per la Procreazione assistita dedicato solo a donne con endometriosi. Rossella Brescia ci racconta la sua personale formula per tenere a bada la malattia: tanto esercizio fisico, yoga e meditazione (con focus sulla respirazione per “buttare” via le tensioni senza che si accumulino sulle ovaie), massaggi all’addome. E l’amore del suo compagno. Per quel figlio desiderato, le facciamo tutti i nostri in bocca al lupo!


http://salute.pourfemme.it/articolo/endometriosi-rossella-brescia-racconta-la-sua-esperienza-e-la-voglia-di-maternita/16963/