LE QUATTRO REGOLE D’ORO PER SALVAGUARDARE I RENI




L’insufficienza renale cronica, in taluni casi, può essere correlata anche ad abitudini e stili di vita sbagliati e/o alla poca attenzione a sottoporsi agli esami di screening utili a monitorare lo stato di salute dei reni.

Dagli esperti, ecco le quattro regole d’oro per allontanare il rischio di malattia renale:

1. Alimentazione: privilegiare una dieta bilanciata e varia
2. Sodio: Impostare diete a basso-moderato contenuto di sale, ricordando che il sodio, oltre che sulla tavola, è presente in forma nascosta anche in moltissimi alimenti di consumo quotidiano e di produzione industriale
3. Controlli di laboratorio: è consigliato sottoporsi con regolare periodicità ad esami di funzionalità renale e  delle urine. In particolare richiedendo microproteinuria e creatina.
4. Controllo della pressione arteriosa: l’ipertensione è riconosciuta come uno fra i principali fattori che possono contribuire all’insufficienza renale cronica. È pertanto fondamentale misurare con regolarità la pressione.

Qualora si rilevassero alterazioni delle urine o della funzionalità renale dagli esami di laboratorio, ma anche della pressione arteriosa è bene rivolgersi al medico di famiglia che saprà indicare il centro o lo specialista nefrologo cui affidarsi, quale tutore della salute dei reni nel tempo.