VIVERE CON L'ENDOMETRIOSI FRASI DELLE DONNE AFFETTE DA QUESTA PATOLOGIA

FRASI PRESE DAI SOCIAL NETWORK SUL VIVERE CON L'ENDOMETRIOSI AFFINCHE QUALCUNO AL DI FUORI RIFLETTA E MAGARI COMPRENDA........

-Il lavoro, un lusso che non mi sono potuta permettere grazie alle sofferenze subite per l endometriosi!

-Mandi articoli spieghi dettagli ... Capiscono solo che ogni tanto trovi una scusa per stare a casa e non vedono l'ora di mettere mano al tuo stipendio o di licenziarti se possono. Le donne sono pure peggio
Quelli delle risorse umane controllano come cammino se sorrido quando esco e perché. Sono arrivati a mandarmi messaggi semi minacciosi sul cellulare personale .
 
-Urlare senza voce la tua sofferenza... Nessuno si gira... Nessuno sente... Nessuno capisce...
 
-Mettere una maschera di serenità ogni volta che varco quel cancello, dove mi aspettano persone che mi deridono dicendo che è tutta una bugia x stare a casa.e chi mi gestisce mi guarda con occhi di disprezzo cercando ogni modo x mandarmi a casa.questo è il lavoro x chi ha l'endometriosi.
 
-Se penso che il mio medico di base segna 'addominalgia' come motivazione della malattia...ovvero un banale mal di pancia.
Io mi sono sempre sentita in colpa nello stare a casa, proprio perché nessuno capisce l'entità del dolore e le complicazioni fisiche che l'endometriosi comporta...


 
-Pianificare la mia vita con sempre in mano il calendario per calcolare quando dovrebbe venire il ciclo



 -Vivere programmandosi ora per ora per riuscire a trascinarsi al lavoro imbottita di antidolorifici perche' il dolore nn ti fa neanche respirare e fingere che tutto sia ok....


-Purtroppo nessuno capisce il dolore che provoca l endometriosi di vario stadio..anche lo stadio medio basso e lancinante e l invalidità non te la danno .. non è giusto!! Questa è una malattia invalidante perché troppo dolorosa, e comunque abbiamo anche diritto al nostro lavoro, oppure se non ci fanno lavorare di una pensione!! Se no chi ci mantiene???
 
-perdere un lavoro dopo avergli dedicato anima e corpo, rinunciando alle recite di tua figlia, ai momenti importanti, tollerare i strordinari non retribuiti, tollerare i dispetti e le umiliazioni dei colleghi, rientrare a lavoro ancora con i punti dell'intervento eppure venire sbattuta fuori alla scadenza del contratto perche sei malata, ma per loro immaginaria.
 
-Continuare a camminare sui cocci di una vita che sembra andare in frantumi...passi incerti, fragili, deboli ma coraggiosi..fatti di quel coraggio che solo noi conosciamo. Sguardi indifferenti, gesti mancati, frasi inopportune...le malattie che non si vedono non esistono..e l'essere scambiate per visionarie è devastante. La vita prende una piega diversa..tutto cambia...nessuna cosa è più dove dovrebbe essere...smarrite nella nebbia del dolore ci abbracciamo

- L'incomprensione. Il non aver diritto a stare a casa quando proprio si fa fatica ad alzarsi dal letto, la sottovalutazione del problema, il fatto di avere una malattia di serie 'B'
 
-Io ho dovuto linceziarmi dal mio lavoro che amavo quando purtroppo mi sono ammalata di cancro perché era troppo pesante! Nel frattempo l endo è peggiorata e avendo dolori continui tutti i giorni chi ti puo assumere? Chi assume una persona che sta sempre così male? Grazie all endo non so neanche più cosa significhi avere un lavoro perché c è troppa incomprensione x chi soffre!


-Il momento in cui cerchi di dare il massimo anche se i dolori sono strazianti e ti senti dire, se ti fermi un secondo nell'arco di una giornata, che sei svogliata, che non sai fare il tuo lavoro e che rubi lo stipendio! (Vi assicuro che mi è successo davvero! e lavoravo 12 ore al giorno e spesso di più!) Il muro di ignoranza e diffidenza contro cui bisogna scontrarsi anche tra parenti e amici e spesso anche medici che non comprendono, pensano che tu sia esagerata o peggio ancora che inventi per suscitare pietà in loro è davvero duro da superare...
 
-Perdere il lavoro dopo aver dato l'anima..dopo che non mi assentavo neanche quando ero piegata in due dai dolori e in un fiume straripante di emorragie ..tutto questo non è bastato..perché quando mi sono assentata per fare la pma mi hanno subito rimpiazzata con la scusa che sono stata lontano dal lavoro troppo tempo....un colpo al cuore e una delusione grandissima....
 
-mi piacerebbe avere un buon stipendio x pagare visite ormoni e consulenze... mi piacerebbe avere un lavoro che mi permettesse il lusso di stare a casa nei giorni peggiori...mi piacerebbe non avere l'endometriosi...ma tutto ciò non è possibile quindi si va avanti! fortunatamente ho una figlia e la mia unica speranza è che le cose fra 10 anni siano ben diverse.....
 
-21 anni di lavoro full time. Gli ultimi 8 nel posto attuale , 9 ore al giorno , assentata solo per interventi , due volte. Ora , per un drastico taglio al personale lavoro part time. visto che non ci tengo piu molto a questo posto , mi sono rifiutata oggi di andare ad una fiera (tour de Force). L ultima arrivata partecipa al posto mio e dice alla titolare , sai vengo io perché lei è un po "fracica". Beh questa frase è lo specchio del pensiero della società che ci circonda.
 
-Ami il tuo lavoro, ma sei costretta a chiedere un part-time x i tuoi continui dolori , perché a contatto con la gente devi comunque essere sorridente e non riesci dal dolore ! Pensi meno ore , meno finzione ! Un part-time che però non riconoscono per un semplice mal di pancia ... Ok decido presento domanda di invalidità , sempre più dolori , sempre più difficile ... 75 % riconosciuta , un part-time che ora arriva ( quasi d'obbligo ! ) , ma ora giustamente meno ore , meno stipendio e sempre tanti soldi da lasciare in farmacia ....
Difficile , tanto difficile... Non siamo per nulla tutelate , non abbiamo aiuti e alla fine diventiamo un peso x il mondo del lavoro ....

 
-Siamo considerate solo persone difettose .....a noi nessuno ci assume oppure alla prima occasione si liberano di noi non ci vuole nessuno solo l'endometriosi !!!!! Addirittura pensano che esageriamo o inventiamo i dolori !!! Se non provi non credi e penso sia vero !! Purtroppo anche chi ti conosce da una vita fa fatica a capire e noi siamo deluse e ammalate e senza aiuti!!
 
-ogni volta che comincio un nuovo lavoro il primo pensiero e' "speriamo di stare bene..."